menu

C’era una volta la stampa

febbraio 1, 2014 | Posted By: | Pincopalla Blog |

C’era una volta la stampa fotografica. Senza di essa il fotografo non poteva vedere il risultato del suo lavoro. Un fotografo poteva valutare correttezze ed errori solo tenendo nelle mani lo sviluppo della sua esposizione.

L’arte della fotografia era tangibile, apprezzabile al tatto oltre che alla vista.

Proviamo solo a pensare alle fotografie dei nostri nonni, scattate non troppi anni fa, e quei polverosi album fotografici ormai ingialliti che ci piacciono tanto. Ci emozioniamo guardando la nonna con la cartella di scuola e il nonno che giocava a pallone: semplicemente vedendoli lì, nell’istante in cui il fotografo immortalava l’emozione del primo giorno di scuola o l’emozione di una vittoria calcistica tanto attesa.

Possiamo guardarla, toccarla, stringerla, e sentire tutto il sapore di quegli anni che la carta ha assorbito e portato con sé. E forse è proprio per questo che le apprezziamo tanto: perché la carta stampata porta intrisa tutta la storia dei nostri nonni, un momento che non tornerà più ma che continua a vivere con noi.

Ora tutto è cambiato: macchine fotografiche digitali, cornici digitali e memorie piene di fotografie che se guarderemo fra qualche anno saranno spaventosamente uguali o che forse non riguarderemo mai. Il cielo sempre dell’azzurro intenso che ci ricordavamo, il vestito che indossavamo non è cambiato di una tonalità… come se il tempo non passasse mai. Il tempo invece sembra passare inesorabilmente.

Un compito per questa settimana? Decidete di stampare le vostre fotografie. Non tutte, sarebbe inutile. Scegliete le dieci fotografie più belle di questi ultimi anni vissuti con la vostra famiglia, il vostro nuovo compagno, vostro figlio, la vostra migliore amica o il vostro cane e non accontentavi di archiviarle nel computer. Toccatele, fatevele scivolare fra le dita e assaporate oggi quel momento passato.

Attaccatele al muro ed emozionatevi quando le guardate la mattina bevendo il caffè e la sera rientrando a casa. Buon lavoro.

http://www.pincopalla.org/cera-una-volta-la-stampa/

/